fallback-image

Soffrite di pressione alta? Ecco un rimedio naturale che può aiutarvi

Oggi parliamo dell’ipertensione, ovvero della pressione alta, e di un rimedio che può aiutarvi a combatterla.

Quando parliamo di pressione arteriosa ci riferiamo all’intensità con la quale il sangue scorre nelle nostre vene. Parlare di ipertensione o di pressione alta vuol dire avere o la massima maggiore di 140 mmHg o la minima maggiore di 90 mmHg.

E’ opportuno ricordare la differenza tra pressione massima e pressione minima. Si parla di pressione massima quando si misura nel momento in cui il cuore batte, mentre si parla di pressione minima quando si misura quando il cuore è a riposo, ovvero tra un battito e l’altro.

La pressione alta è la principale causa di malattie cardiovascolari e quindi non va mai e poi mai sottovalutata. Il consiglio è infatti sempre quello di rivolgervi al vostro specialista che saprà indicarvi la cura migliore da seguire. Se avete la soluzione sotto controllo potete provare a affidarvi a questo semplice rimedio naturale, che potrà aiutarvi ad abbassare la vostra pressione.

Ipertensione: Ecco alcuni trattamenti naturali

Se soffrite di ipertensione, potete provare a seguire questi semplici consigli:

  • Bere molto, soprattutto lontano dai pasti.
  • Mangiare moltissima frutta e verdura.
  • Consumare molto poco gli alimenti industriali.
  • Cercare di consumare quanto meno sale possibile.
  • Fare quanto più sport possibile.
  • Ridurre lo stress.
  • Inserire l’aglio (anche crudo) nella vostra dieta.
  • Provare a consumare un rimedio naturale a base di latte di scagliola e cannella.

La scagliola: Proprietà benefiche

Conosciuta anche sotto il nome di Apliste, è famosa soprattutto per essere un ottimo alimento per gli uccelli. Quello che molti di noi non sanno, però, è che esiste anche per il consumo umano e che ha tantissime proprietà benefiche.

L’utilizzo della scagliola come medicinale naturale è una scoperta degli ultimi tempi. Questo alimento contiene un alto numero di enzimi che fungono da antinfiammatorio naturale per il nostro organismo.

Le proprietà benefiche della scagliola sono:

  • Alleato del metabolismo e della nostra linea.
  • Ottimo contro la ritenzione idrica.
  • Aiuta ad abbassare i livelli di zucchero nel sangue.
  • Previene l’invecchiamento delle cellule.
  • Aiuta a diminuire il colesterolo.

Il modo più semplice per consumare questo alimento è sotto forma di latte ed è proprio così che verrà utilizzato in questo rimedio naturale.

Cannella: Proprietà benefiche

A differenza della scagliola, la cannella è considerata un ottimo rimedio naturale dai tempi più antichi.

Le proprietà benefiche della cannella sono:

  • Aiuta a regolare il livello di zucchero nel sangue.
  • Abbassa il colesterolo.
  • Aiuta la digestione.
  • Migliora la circolazione del sangue.
  • Efficace contro l’invecchiamento.
  • Antibiotico naturale.
  • Antinfiammatorio naturale.
  • Ottimo alleato contro le malattie respiratorie.

Cannella e latte di scagliola: Ecco come preparare il rimedio naturale contro la pressione alta

Ingredienti:

  • Semi di scagliola, 3 cucchiai
  • Cannella in polvere, 1 cucchiaino
  • Acqua, 2 bicchieri
  • Edulcorante naturale a piacere

Preparazione:

Per prima cosa dovrete mettere in ammollo i semi di scagliola e lasciarceli tutta la notte. Scolateli e lavateli e frullateli insieme all’acqua e alla cannella. In ultima cosa filtrare il tutto e aggiungere un alimento dolce a piacere.

Consumo:

Il modo migliore per consumare questo latte è quello di berlo 2 o 3 volte al giorno, 30 minuti prima dei pasti.

Articoli correlati

Alimentazione per prevenire i tumori

Alimentazione per prevenire i tumori

Rimedi naturali contro la sciatica: tutto ciò che c’è da sapere

Rimedi naturali contro la sciatica: tutto ciò che c’è da sapere

Colesterolo alto: cosa mangiare per risolvere il problema

Colesterolo alto: cosa mangiare per risolvere il problema

Benefici della Vitamina D: alleato contro Alzheimer, Crohn e cancro al seno

Benefici della Vitamina D: alleato contro Alzheimer, Crohn e cancro al seno